ANORESSIA PARLIAMONE

Genitori attenti,

se da un lato una parte della popolazione diventa sempre più obesa dall’altro frotte di adolescenti rischiano la vita per imitare modelli proposti mai media.

Il fenomeno è molto grave, perchè è subdolo, e ci si accorge quando ci sono già i danni fisici e psicologici.

L’anoressia è una malattia cronica che può essere curata, ma che sarà presente sempre nella vita di chi ci è passato.

C’è chi non la concepisce, come è possibile (ci si chiede) lasciarsi morire di fame.

Il cibo e chi ti costringe a ingerirlo diventano tiranni.

Ma ci sono forme anche meno gravi, che comunque condizionano la vita; non si va a mangiare con gli amici, si sta tutta la giornata senza mangiare, si fanno diete di tutti i tipi, ci si priva di alcuni alimenti ritenuti molto calorici, ci si vergogna del proprio corpo. Scatta così l’insicurezza l’asocialità, il non sentirsi mai belle abbastanza.

Il problema non riguarda più  solo degli adolescenti,è diventato un fenomeno sociale che coinvolge le famiglie, ricordiamoci che nei casi più gravi si arriva alla morte.

 

21 anni

ecco come si vede una adolescente che pesa 35 kg

 

ANORESSIA PARLIAMONEultima modifica: 2008-11-07T19:18:00+00:00da pippolulu
Reposta per primo quest’articolo

27 pensieri su “ANORESSIA PARLIAMONE

  1. è terribile..ho vissuto da vicino questa esperirenza..due figlie di un mio caro cugino..bellissime..
    hanno recupato ma non completamente i danni sono ancora evidenti..
    non ti dico poi a scuola..a quante di queste esperienze asisto..adolescenti che svengono..che non stanno bene..
    e tante confessioni..nella nostra stanza..nel reparto…

  2. Faccio spesso visita agli amici e …spesso mi è capitato di leggere i tuoi commenti…
    Tutti e dico tutti intelligenti e di giusta dose ironica ….
    L’ultimo che hai lasciato dai zii mi ha portato qui…:-)
    Ho letto il tuo post .. ho vissuto questo problema quando avevo 16 anni….
    Fortunatamente ne sono uscita fuori ….e ciò che mi diede la forza fu il dolore che leggevo negli occhi di mia madre…..e grazie a lei grazie al suo amore ora ci sono …
    Non mancherò a farti visita
    Mi piace il tuo mondo;-)
    a presto Silvia

  3. Rieccomi:-)…
    Gze della visita…felice che tu te ne sia accorta in tempo…entrare nel mondo dell’anoressia è come entrare in un tunnel buio con diverse ramificazioni …dove è facile perdersi e.. ritrovare poi il punto luce è difficilissimo….
    ma sai… in certe problematiche se non sei tu a voler uscire fuori non c’è cura che tenga…
    si l’amore che ricevi dalle persone care è tanto…
    ma la vera medicina è racchiusa nella nostra testa!
    Il mio caso è stato diverso….ho toccato quel mondo non perchè mi vedevo grassa…non perchè seguivo diete…
    semplicemente perchè avevo perso appetito dietro un grande dolore….
    All’inizio mi sforzavo a mangiare …ma non tanto quanto bastava x mantenere peso…così arrivai a 52 kg circa……
    quello che mi porto poi a peggiorare….(e credimi ci sono risalita al problema grazie a mia madre e all’aiuto di una dotteressa che lei contatto’)
    erano le esclamazioni di amici…parenti e sconosciuti quando mi vedevano o mi incontravano per strada!
    io ne ero consapevole della mia magrezza…al contrario di molte anoressiche io mi vedevo allo specchio….
    e sentirmi tutti i giorni….fai schifo x quanto sei secca…toccò il mio sistema emotivo a tal punto di rinchiudermi in casa perchè mi vergognavo….
    Non riuscivo ad uscirne fuori nonostante mi sforzavo a mangiare…lo riperdevo poco dopo….
    Arrivai così a pesare 43 kg…ero impressionante….
    le lacrime di mia madre che x anni mi supplicava l’aiuto di un medico mi hanno aiutato….a 19 anni già avevo ripreso qualche kiletto…non ero perfettamente guarita ma migliorata….
    Ora sono in piena forma…..;-)
    Mi guardo allo specchio e……. dico…..ma tu guarda che fighetta toh!!!! eheeheheh
    Tu avevi bisogno che qualcuno te lo dicesse….forse è stato un bene così che te ne sei accorta da sola….xchè a volte la gente non ha modo nel dire le cose….e invece di aiutare involontariamente magari danneggiano….
    Ora vo….e spero a presto cara pippolulu
    By Silvia

  4. E’ una buona cosa inserire ogni tanto nel proprio blog questo tipo di informazione, perché la conoscenza e la tempestività nel riconoscere tali malattie é importantissima. Riporto dal web alcuni dati:

    Nel 1988 sono stati, in Italia, circa 55.000 i casi di anoressia, mentre i casi di bulimia (una variante dell’anoressia) sono stati circa 70.000.
    Oggi l’anoressia colpisce circa lo 0,5% dei giovani tra i 14 e i 20 anni (il 90% dei quali sono ragazze).
    L’inizio della malattia avviene, in genere, tra i 12 e i 18 anni.
    La bulimia invece può svilupparsi tra i 12 e i 35 anni (1-2% della popolazione giovanile).
    Benché la maggior parte delle adolescenti possa attraversare degli “episodi anoressici”, la malattia vera e propria colpisce ragazze che hanno un’età tra i 18 e i 25 anni.
    Mortalità delle anoressiche: 15% (per insufficienza cardiaca o renale o per le infezioni).
    Maschi anoressici: 1 su 50.000 fra i 18 e i 28 anni.
    Maschi bulimici: 1 su 80.000 fra i 15 e i 24 anni.
    L’anoressia è conosciuta a livello scientifico da tre secoli: il primo trattato medico è stato pubblicato a Londra nel 1694.
    Tuttavia, questa malattia esiste da secoli, e quasi sempre è stata vissuta come forma di protesta nei confronti dell’ambiente sociale.

    A te cara pippo una buona domenica e un dolcissimo abbraccio da parte mia
    Ciao, a presto
    Mary

  5. Non vorrei essere stato frainteso… l’argomento mi è molto a cuore tanto che anch’io ho qualcosa di pronto a riguardo… il non commentare era dovuto al fatto che il problema essendo molto complesso richiede un’attenzione maggiore da parte mia e per il rispetto delle persone che ne sono colpite un più esigente commento…
    ritornerò sicuramente più in là ad approfondire. Una gratitudine a coloro che come te hanno il coraggio di far conoscere scottanti problematiche.
    Ti chiedo scusa se non sono stato così chiaro.

  6. L’emulazione dei modelli proposti da media credo sia solo la conseguenza. La causa sta in un vuoto che l’adolescente vive in un particolare momento del suo sviluppo. Questo vuoto è spesso riconducibile ad una carenza affettiva da parte di uno dei due genitori. Per questo i figli andrebbero sempre incoraggiati e sostenuti.

    Buona giornata.

  7. Ma perchè si ostinano a comprare specchi deformanti ???? Basterebbe mettere quelli normali che costano pure di meno no ???? ahahahah a proposito di postit (usiamo carta normale e sparagnamu) e di amanti (ci sunnu ci sunnu) potremmo essere d’accordo con te … Ciccia ahahahahahahhah smackkkkkkkkkkkkkkkkkk

  8. Ciao, rispondo al tuo commento di ieri.

    Un libro può essere uno spunto per prendere decisioni, per provare a vedere il mondo attraverso altri modi di vivere, altre convinzioni. Tutto può essere cambiato, migliorato. Ovviamente anche il nostro carattere e il nostro modo di vivere. Abbiamo la pretesa di sapere come funziona il nostro cervello, la nostra mente, spesso diciamo: “io mi conosco bene”. In verità pochi si conoscono in profondità, i più re-agiscono invece di agire. Vogliamo un libretto di istruzioni per ogni aggeggio che acquistiamo ma ci rifiutiamo di vedere se usiamo la mente nel modo giusto.

    A presto, buona giornata

  9. Ciao Pippolulu…
    mi hai dato una grande gioia con la lettera che mi hai scritto…
    ti ho sempre letta da dolcenapoli e Fata, con simpatica ironia, con un sorriso sempre pronto da donare, e la tua lettera è il più bel commento che da te potessi ricevere…
    Non avevo la confidenza per sentirmi di venire a trovarti, tranne quando il primo passo lo facesti tu… mentre organizzavo quel viaggio che è terminato così come sai…
    Sei veramente profonda e ho capito leggendoti, perché hai alzato lo scudo…
    Pensa Pippolulu, che avevo cominciato pensando potesse essere tutto finto, poi ho cominciato a capire che chi mi stava particolarmente vicino era incredibilmente vero. Cosa curiosa, vero? Non vedi in viso nessuno, ascolti le canzoni, guardi le foto, leggi le parole e poi magari ti viene da sorridere, come quando mi hai scritto della tua partenza per la sicilia e ti viene anche da piangere leggendo il tuo commento di ieri…
    Qualcuno ha anche detto che lasciando mi farò risucchiare dalla vita reale…
    Fortunatamente non è così, ho una vita che mi concede la fortuna di esprimere la mia fantasia e creatività… è qui che la vita invece è più reale che fuori, perché è necessariamente obbligatorio porre la propria coscenza, non si può recitare a lungo senza una coscenza, qui i sensi per chi li sa percepire e non li ha ancora atrofizzati dalla vita di tutti i giorni sono molto più amplificati, perché ci si ciba, ci si nutre e a volte ci si accontenta anche di sole due righe di buon umore, risate scritte ma anche di parole dettate dal più profondo del Cuore…
    Sono veramente felice di averti conosciuta, magari troppo tardi ma ci siamo arrivati. Dopo averti letta dale mie parti so un pochino meglio chi è Pippolulu.
    Spero di averti lasciato qualcosa di me..
    A me basta questo…
    e lo terrò dentro me
    Ti abbraccio…

  10. Ciao Pippolulu…
    mi hai dato una grande gioia con la lettera che mi hai scritto…
    ti ho sempre letta da dolcenapoli e Fata, con simpatica ironia, con un sorriso sempre pronto da donare, e la tua lettera è il più bel commento che da te potessi ricevere…
    Non avevo la confidenza per sentirmi di venire a trovarti, tranne quando il primo passo lo facesti tu… mentre organizzavo quel viaggio che è terminato così come sai…
    Sei veramente profonda e ho capito leggendoti, perché hai alzato lo scudo…
    Pensa Pippolulu, che avevo cominciato pensando potesse essere tutto finto, poi ho cominciato a capire che chi mi stava particolarmente vicino era incredibilmente vero. Cosa curiosa, vero? Non vedi in viso nessuno, ascolti le canzoni, guardi le foto, leggi le parole e poi magari ti viene da sorridere, come quando mi hai scritto della tua partenza per la sicilia e ti viene anche da piangere leggendo il tuo commento di ieri…
    Qualcuno ha anche detto che lasciando mi farò risucchiare dalla vita reale…
    Fortunatamente non è così, ho una vita che mi concede la fortuna di esprimere la mia fantasia e creatività… è qui che la vita invece è più reale che fuori, perché è necessariamente obbligatorio porre la propria coscenza, non si può recitare a lungo senza una coscenza, qui i sensi per chi li sa percepire e non li ha ancora atrofizzati dalla vita di tutti i giorni sono molto più amplificati, perché ci si ciba, ci si nutre e a volte ci si accontenta anche di sole due righe di buon umore, risate scritte ma anche di parole dettate dal più profondo del Cuore…
    Sono veramente felice di averti conosciuta, magari troppo tardi ma ci siamo arrivati. Dopo averti letta dale mie parti so un pochino meglio chi è Pippolulu.
    Spero di averti lasciato qualcosa di me..
    A me basta questo…
    e lo terrò dentro me
    Ti abbraccio…

  11. Oggi ho postato una testimonianza vissuta del problema dell’anoressia così come ti avevo già accennato…. il ministero della salute e della gioventù ha inoltre istituito un sito particolare per offrire un’aiuto immediato….un bacio dolce ed un’infuso caldo per il tuo fine settimana… A presto, mieleinfuso!

Lascia un commento