non sopporto

NON SOPPORTO PIU’ LE PERSONE CHE NON TI ASCOLTANO.

TU PARLI CON LORO E TI RENDI CONTO CHE STANNO PENSANDO AD ALTRO, O MAGARI TI INTERROMPONO PERCHE’ GLI E’ VENUTA IN MENTE PROPRIO IN QUEL MOMENTO UNA COSA INDEROGABILE DA DIRE O DA FARE.

QUANDO FANNO COSI’ IO MI FERMO E SINCERAMENTE GLI TIREREI UN PUGNO IN FACCIA.

ALLORA MI SONO CHIESTA: FORSE NON DICO NIENTE DI INTERESSANTE. MA COM’E’ CHE SE INVECE SI PARLA DI PETTEGOLEZZI LE ORECCHIE SI APRONO? LA SUPERFICIALITA’ CI INVADE. LE OPINIONI DELL’ALTRO NON SEMBRANO PIU’ INTERESSARE. DELL’ALTRO INTERESSA SOLO IL PRIVATO, QUELLO CHE FA GOSSIP.

E’ BELLO INVECE PARLARE AD UNA PERSONA CHE TI GUARDA NEGLI OCCHI E  INTERAGISCE CON TE.

UN BUONGIONO A TUTTE LE PERSONE CHE HANNO IL DONO DI SAPERE ASCOLTARE.

50e5d94f6e83063edfd38dd190510e42.jpg

non sopportoultima modifica: 2008-06-20T08:00:00+00:00da pippolulu
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “non sopporto

  1. Non ti ho fatto commenti su questo, semplicemente perchè passo le giornate a dare pugni …. ahahahahah e una prassi normale i segreti son quelli che attirano di più ( se segreti vogliamo considerarli ) di nuovo un dolce fine settimana

  2. ciao,mi suona strano pippolulu,da cosa deriva,chissa forse me lo dirai,ma trovo nel tuo blog sia i tuoi dispiaceri che la tua forza,la tua umanità,io prima tiravo pugni per molti motivi,anche banali,ora invece non ho molto da dire alla gente che non ascolta,non darò perle ai porci,mi limiterò a parlare a chi somiglierà a te,alla tua umanità,a chi riesce a cogliere nell’altro il senso profondo della comunicazione tra persone.ciao

  3. ciao,mi suona strano pippolulu,da cosa deriva,chissa forse me lo dirai,ma trovo nel tuo blog sia i tuoi dispiaceri che la tua forza,la tua umanità,io prima tiravo pugni per molti motivi,anche banali,ora invece non ho molto da dire alla gente che non ascolta,non darò perle ai porci,mi limiterò a parlare a chi somiglierà a te,alla tua umanità,a chi riesce a cogliere nell’altro il senso profondo della comunicazione tra persone.ciao

  4. Ciao, ora che dire, bè in vero preferisco ascoltare!!! quelli che non ascoltano non hanno voglia di vivere, se vivere è sinonimo del verbo imparare. Empatia è l’unica differenza fra uomo e scimmia. Chi non ascolta non ha fantasia, chi non ti ascolta non ha nulla da dire.
    I cajoun o cajun li conosco perchè ho vissuto negli USA per lungo tempo ed essendo curioso e non autosufficente o girato alla ricerca di cosa è l’America vera non quella dei rotocalchi. Girando in Louisiana ed ascoltando le storie della vita che si svolge nella regione più povera degli USA ho sentito di loro. Sono una comunità ristretta e molto chiusa, un miscuglio di Canadesi scappati durante le guerre interne frà francofoni e sudditi della regina. Li negli swamp dove fà caldo e l’ umidità la respiri si sono mischiati con chi scappava dalle colonie penali francesi, gli schiavi fuggiti dal cotone e ciò che rimaneva dei creoli stanziatisi lì.
    Sono loro che hanno creato New Orleans, una città inimmaginabile, dove la voglia di vivere pervade le mura delle case. Nel quartiere Francese è possibile di tutto e tutto accade. La musica fa girare la testa e i bar, tutti i bar ti dicono….”entra che la vita è un’avventura”.
    La loro cucina è un miscuglio incredibile frà cucina francese fatta con ingredienti indigeni, cucina africana e cucina creola….MA!!!
    SE NON SOPPORTI IL PICCANTE NON AVVICINARTI!!!!!!!

    Ora non ho il tempo di scriverti la promessa ricetta, la metterò nel blog domani o dopo. Ho viggiato tanto, forse troppo. E tu?

    Cosa pensi del mio blog? Cosa fai per lavoro? Leggo quello che scrivi e mi piace molto come i tuoi quadri.

    Fammi sapere Ciao C. 🙂

I commenti sono chiusi.